Innovatività in Ematologia e l’Eccellenza della Rete Ematologica Lombarda (Milano, 8 febbraio 2019)

1 Febbraio 2019

L’attuale scenario sanitario in generale, e in particolare in ambito ematologico, è caratterizzato dall’introduzione di innovative terapie, che spesso migliorano significativamente le condizioni di salute e la qualità di vita dei pazienti. L'evento INNOVATIVITA’ in EMATOLOGIA e l’ECCELLENZA della RETE EMATOLOGICA LOMBARDA si pone la finalità di illustrare l’innovazione nelle diverse aree di ricerca, dalla leucemia mieloide acuta alle mielodisplasie, alle più recenti innovazioni legate alle terapie geniche cellulari (CAR-T), focalizzandosi sul modello organizzativo della Rete Ematologica Lombarda. .

Cliccare qui per scaricare il Programma del Convegno


CONVEGNO ‘Cancer Real World: from needs to challenges’ (Milano, 24-25 gennaio 2019)

24 Gennaio 2019

Il Convegno ha sottolineato l’importanza di realizzare un sistema che, basandosi sull'osservazione dell'esperienza passata dei beneficiari del SSN, sia in grado di orientare le scelte sul miglior modo per trattare i pazienti nel futuro.
Investire sulla qualità della ricerca e sulla formazione di figure professionali in grado di affrontare le nuove sfide è la risposta ai nuovi scenari della ricerca farmaceutica, in quanto:
  • Le agenzie regolatorie di tutto il mondo hanno adottato vari meccanismi per accelerare l'iter approvativo al fine di mettere velocemente a disposizione dei pazienti cure innovative potenzialmente più efficaci e tollerate. Tanto più brevi sono i tempi dedicati allo studio del farmaco, tanto più deboli sono le prove disponibili al momento della sua approvazione. Per questo motivo l'osservazione rigorosa degli effetti dei percorsi terapeutici sperimentati dai pazienti nel cosiddetto mondo reale (dopo che la terapia è stata autorizzata), è diventata un'esigenza.
  • L’innovazione, con cure efficaci ma enormemente costose, per non mettere in discussione la sostenibilità del nostro SSN deve essere governata: è necessario identificare le cure che garantiscano un sostanziale guadagno di efficacia e tollerabilità e i pazienti che realmente possono beneficiarne, prove che possono essere prodotte da rigorosi studi sul mondo reale...


L’evoluzione dell’ingegneria genetica in Immunoncologia: innovazione e prospettive

18 Dicembre 2018

Il trattamento delle patologie oncologiche ha visto una sensibile evoluzione negli ultimi anni, con lo sviluppo di nuove tecnologie che hanno migliorato sensibilmente la prospettiva e qualità di vita dei pazienti.
L’immunoncologia è l’ultima frontiera nel trattamento delle neoplasie e ha di fatto affiancato le classiche chemioterapia, radioterapia e chirurgia. Il meccanismo alla base è quello di utilizzare il sistema immunitario del paziente stesso contro il tumore.
Le nuove terapie geniche in campo immunoncologico offrono un trattamento potenzialmente curativo a quei pazienti per i quali non siano disponibili ulteriori opzioni terapeutiche, con l’obiettivo ambizioso di eradicare completamente la malattia.
Nel Convegno “L’evoluzione dell’ingegneria genetica in Immunoncologia: innovazione e prospettive, organizzato da MAProvider, sono state analizzate le potenzialità e peculiarità dell’immunoncologia e dell’ingegneria genetica, per comprendere le innovative opportunità in arrivo nel prossimo futuro……


Vai all'archivio delle News ->




Per scaricare l'articolo

Le delibere AIFA (519-2017 e 1535-2017), con l’approvazione dei criteri per la classificazione dei farmaci innovativi e dei medicinali oncologici innovativi e della relativa procedura di valutazione, hanno permesso di disporre nel nostro SSN di un modello di valutazione multidimensionale e strutturato dell’innovatività (bisogno terapeutico, valore terapeutico aggiunto e qualità delle prove) basato su processi decisionali espliciti e trasparenti.

A distanza di un anno dalla pubblicazione dei criteri, la CTS-AIFA ha dichiarato – come previsto dai documenti allegati alle delibere – di ritenere opportuno verificare la coerenza interna delle proprie decisioni e avviare una riflessione su possibili aggiustamenti.

Nella prospettiva di favorire l’analisi e il confronto sul tema tra Istituzioni, Società Scientifiche ed Aziende, un Gruppo di Lavoro multidisciplinare, attraverso un percorso di incontri con interlocutori pubblici e privati del nostro Sistema Sanitario, ha prodotto il presente documento, che propone uno “Schema per la preparazione del dossier per la richiesta di innovatività” da parte delle Aziende, con lo scopo di rendere più rapidi e riproducibili i processi di valutazione di questi farmaci ex-ante alla loro introduzione nel SSN.

Lo schema è applicabile in generale per ogni farmaco per il quale viene richiesto il riconoscimento di “innovatività”. Un particolare focus è dedicato ai medicinali oncologici con annotazioni nel documento di preparazione del dossier a fronte di un’analisi su cambiamenti e criticità nella valutazione in ambito oncologico.